Home
 
SPIRITS BURNING AND CLEARLIGHT Healthy music in large doses Gonzo Multimedia 2013 USA/FRA

Un’allegra combriccola di amici schizzati che si riuniscono per fare un disco in totale libertà, fuori da qualsiasi schema e genere definito. E quando la combriccola annovera tra le sue file personaggi del calibro di Don Falcone e Cyrille Verdeaux, principali responsabili del progetto, insieme a gente come Daevid Allen, il guru dell’elettronica melodica Robert Rich e un folto manipolo di componenti gravitanti intorno a band come Gong, Hawkwind, High Tide, Cartoon, The Muffins, Thinking Plague, Universal Totem Orchestra, e trascorsi in collaborazioni con gente del calibro di Cure, Mike Oldfield, Peter Gabriel, Iggy Pop, Steve Hillage, Third Ear Band, East of Eden, Marianne Faithful, Manfred Mann, Graham Bond e altri, tutti accuratamente elencati nel booklet, la curiosità di scoprire cosa contiene l’album è irresistibile.
“Healthy music in large dose” è un titolo azzeccato che ben rappresenta le intenzioni del progetto, il quale in realtà non è solo un parto della mente dei due componenti di Spirits Burning e Clearlight. La scrittura è difatti sorprendentemente mista, con le tracce sempre accreditate ad un folto gruppo di artisti. Si ha l’impressione che Falcone e Verdeaux siano i principali promotori dei canovacci, i quali vengono poi elaborati, espansi e rimaneggiati dagli altri musicisti, con un bizzarro risultato che fa della varietà e del miscuglio di generi il suo punto di forza. L’elettronica domina in “Treasure at the down of the century” e “The kingdom of music” (con il “nostro” G.C. Neri alle chitarre), mentre “Our secret cloud” è composta da sezioni ora melodiche e acustiche, ora elettriche, ora a forte impronta ambient. “Infinite city” ha una struttura più jazzata, “Travellin sideways” ha invece un andamento da ballata onirica, grazie alle sue linee melodiche sospese indefinitamente sopra i tappeti di synth. “Healing power of magnets” ha un mood floydiano preso direttamente dal periodo “Dark side of the moon” (ricorda in qualche modo “Any color you like”), “The road to shave ice” è un puro esercizio ambient-tribale che non ha una struttura melodica coerente. Ci sono poi alcune tracce dalla scansione ritmica più frizzante ed energetica ed un brano di chiusura in stile dub elettronico, perfetto per lasciar sfogare la follia di Daevid Allen, che interpreta uno dei pochi pezzi cantati dell’album.
Il mix musicale di “Healthy music in large dose” lo rende un album assolutamente indefinibile e difficilmente inquadrabile in qualsiasi etichetta. Si passa senza troppi problemi dall’elettronica al progressive al rock, in un amalgama che ha una matrice di fondo psichedelica permeata da una notevole dose di pazzia. Gli autori non sembrano porsi troppi problemi nell’evitare di ricercare un filo conduttore, e d’altronde l’obbiettivo del prodotto finale è forse proprio quello di voler spiazzare l’ascoltatore e spingerlo a ripetuti e attenti ascolti, mirati alla ricerca di particolari strumentali sfuggiti in precedenza. Un’altra chiave di lettura del lavoro prevede invece l’ascolto più rilassato, addirittura distratto, allo scopo di favorire un abbandono maggiore che evidenzi non i particolari ma l’attitudine generale dell’album, il cui fine sembra quello di fornire un supporto energetico musicale, quasi una ricarica di sensazioni positive per una mente stressata. Data la poco consueta forma musicale ottenuta, non me la sento di dire con certezza che il metodo funziona. Suppongo che ciò dipenda dall’approccio che ciascuno riserva all’ascolto. Il consiglio è quindi di provare, a prescindere dal risultato. Se non riuscirete ad avere benefici per la vostra salute fisica o spirituale, almeno vi rimarrà la musica.


Bookmark and Share
 

Nicola Sulas

Collegamenti ad altre recensioni

CLEARLIGHT Infinite symphony 2003 
CLEARLIGHT Impressionist symphony 2014 
CLEARLIGHT MOSAÏQUE In your hands 1998 
SPIRITS BURNING Found in nature 2006 
SPIRITS BURNING Alien injection 2008 
SPIRITS BURNING AND BRIDGETTE WISHART Make believe it real 2014 

Italian
English