Home
 
ANKH Ziemia i słońce autoprod. 1995 (Rock Symphony 2000) POL

Coloro che si sono procurati l'album uscito nel 1999 avranno probabilmente apprezzato la vena pazzoide del gruppo e il suo Prog fuori dagli stili. Pare che in origine la band fosse pi¨ metal che altro; questo loro secondo album, ristampato di recente, Ŕ la prova della fase di passaggio, allora. Esso assembla 14 composizioni piuttosto brevi che variano dallo hard rock (definirlo metal sarebbe troppo), ad una musica pi¨ cauta e d'atmosfera. Il marchio di fabbrica per˛ Ŕ lý: la presenza continua e quasi ossessiva del violino. L'angelicitÓ delle sue sonoritÓ stride con la foto del retro copertina, in cui il violinista Ŕ ritratto in azione con una bella maschera da scheletro ghignante. AngelicitÓ...? Beh, quasi sempre... A dire il vero non mancano episodi in cui il suo suono sembra accompagnarci all'inferno. Ad ogni modo l'album in questione sembra essere niente di speciale, tutto sommato; non molti sono gli episodi realmente interessanti, in generale si tratta di canzoni che possono a momenti ricordare i primi Grace, piacevoli se si Ŕ in uno stato d'animo adatto, non commerciali per fortuna, ma senza veri spunti d'interesse al di lÓ delle performance del violinista.

 

Alberto Nucci

Collegamenti ad altre recensioni

ANKH ...Będzie tajemnicą 1999 
ANKH Expect unexpected 2003 

Italian
English