Home
 
BIJOU El profeta autoprod. 2004 (Luna Negra 2005) SPA


Questo gruppetto spagnolo originario della citt di Zamora, composto da cinque musicisti, con due chitarristi e nessun cantante. La loro musica, interamente strumentale dunque, abbastanza interessante ma ha il difetto di molte proposte di questo genere: essa consta di un susseguirsi interminabile di riff e temi che talvolta paiono messi l senza un grosso costrutto logico, in un susseguirsi spiraliforme di concetti musicali che lasciano intravedere poche forme logiche. A piccole dosi i Bijou sono gradevoli ed interessanti da ascoltare: pur essendo catalogabili nello scaffale del new Prog (le maggiori similitudini che balzano alla mente portano verso i primi Twelfth Night, ma ci sono vaghi echi anche di IQ, Jadis e Rush), non mi sentirei di associarli appieno a questa corrente. Si tratta di Prog sinfonico alla fin fine, suonato con strumentazioni moderne, con un peso distribuito maggiormente sulle chitarre rispetto alle tastiere e una buona sezione ritmica. Non si pu certo dire che la musica dei cinque castigliani sia sempre uguale a se stessa e non risulti versatile; il fatto che, come dicevo all'inizio, ci perdiamo facilmente all'interno di queste canzoni (di media durata, anche se il CD chiuso dalla suite omonima di circa 24 minuti) senza che si riesca veramente a riconoscerne i connotati caratteristici di ognuna di esse; possono volerci diversi ascolti... e allora le composizioni riescono a prendere forma nella nostra mente, ma ne vale la pena? La risposta neutra: il CD abbastanza interessante, tutto sommato, ma si tratta di un'opera tranquillamente dispensabile.

 

Alberto Nucci

Italian
English