Home
 
CAFE¤NE Nouveaux mondes Musea 2000 FRA

A distanza di qualche anno, i francesi Cafe´ne tornano a parlare di sÚ con un album, lo dico subito, con poca infamia ma senza lode. Il pregio maggiore di questo disco pare essere quello di aver ospitato diversi vocalist di fama del Prog francese, quali Christian DÚcamps, Pierre-Yves Theurillat (Galaad), Julie Vander o Sonia NÚdÚlec. La musica con cui questi cantanti di volta in volta si cimentano Ŕ una sorta di new Prog alla francese, pur senza eccessivi sbilanciamenti nel neo. Il brano migliore del lotto dei 9 pare essere proprio l'ultimo, quasi 11 minuti che sembrano pi¨ provenire da una band brasiliana che francese, con ottimi inserti di flauto e violoncello e un'atmosfera solare e gustosamente sinfonica. Il resto del disco, dicevo, non merita lodi sperticate ma neanche dita puntate: si tratta di Prog sinfonico spesso dalle sonoritÓ teatrali, tormentate e, appunto, tipicamente francesi, con sonoritÓ e ritmiche da new Prog anche se con discreti spunti musicali qua e lÓ. Nulla di imperdibile secondo me, anche se, ripeto, l'ultimo brano merita qualcosina di pi¨.

 

Alberto Nucci

Collegamenti ad altre recensioni

CAFE¤NE La citadelle 1994 

Italian
English