Home
 
CRABS Wheel of fate Garden of Delights 1997 GER

Disco postumo per questa band tedesca che, nata nell'86 ed allora orientata verso la new wave, passata attraverso vari rimpasti d'organico ed una progressiva messa a fuoco delle proprie intenzioni musicali, sino a giungere all'irrevocabile scioglimento del '94, avvenuto poco dopo la realizzazione del master in esame. Il carattere unificatore indubbiamente quello psichedelico, inteso nella dura accezione di marca Hawkwind ma spesso mitigato da opportuni momenti ipnotici e rallentati, ed l che emerge l'ottima performance della cantante Lea Bayer, una sorta di incrocio teatrale fra Aletta dei Saturnalia, Renate Knaup degli Amon Dl e Jutta Nienhaus degli Analogy. Le preferenze per l'underground dei '70 vengono talora abbandonate quando la chitarra, solitamente abrasiva, delinea spettrali ombre in lontananza che richiamano certa fark/gothic wave la Christian Death: il tutto sfocia comunque in liquide onde psych con una pulsante base ritmica. Le composizioni forse non presentano voli pindarici di sconvolgente fantasia, per il gruppo dimostra buon gusto e- caratteristica comune degli ensembles teutonici- capacit tecniche non disprezzabili. Disco di medio valore, che non entusiasma o delude pi di tanto.

 

Francesco Fabbri

Italian
English