Home
 
CYE The final touch Moon Records 1990 SVI

Giunge alla nostra attenzione il primo lavoro degli elvetici CYE, un mini-CD di 22 minuti contenete 6 pezzi. Non è niente male come lavoro d'esordio: è un classico new-prog sufficientemente curato nei dettagli, ben registrato ed equilibrato strumentalmente, benché i nostri siano solo in tre e si avvalgano di numerosi ospiti. Se vogliamo trovare loro qualche affinità musicale non possiamo non ricordarci dei "cugini" CLEPSYDRA. A differenza di questi, nei CYE è meno in evidenza la voce (i pezzi cantati sono solo due) e l'andamento dei brani è più scandito. Le tastiere sono sempre in primo piano e tuttavia affatto invadenti, ne risulta un ascolto sicuramente piacevole anche se non entusiasmante. Tra i pezzi spicca la bella e raffinata "Creatures of oblivion" che apre il CD, in cui io vedo la strada musicale verso cui il gruppo potrebbe andare. Gli altri pezzi danno un po' di spazio alla chitarra, ma sono di caratura inferiore. In conclusione: se conoscete qualcuno che vuole introdursi al prog partendo da qualcosa di non troppo difficile, potete consigliargli questo "The final touch". Attendiamo fiduciosi il prossimo lavoro.

 

Emiliano Di Stasio

Collegamenti ad altre recensioni

CYE Tales 1994 

Italian
English