Home
 
CASINO Casino SI Music 1992 UK

Quanto ci sarebbe da dire a proposito di quest'album, magari senza ricorrere a facili battute! Quello che in principio avrebbe dovuto rappresentare la temporanea reunion dei Twelfth Night, si trasforma nel prodotto di una specie di supergruppo del new prog inglese, capitanato, come succede spesso ultimamente, da Clive Nolan. Il buon Clive è l'autore di tutte le musiche e per questo progetto aveva creato un terreno ad hoc su cui i 5 invitati avrebbero solo dovuto prestare la propria magnifica opera. Alla resa finale, solo due sono i superstiti dello scomparso gruppo che hanno partecipato: il mitico Geoff Mann (suoi tutti i testi ed entusiasta all'idea della reunion… a sentire Clive) e Brian Devoil. Tra gli altri musicisti presenti si ricordino: Mike Stobbie (Pallas), Sylvain Gouvernaire (ex-Arrakeen), Karl Groom (Shadowland).
La delusione dei fans dei Twelfth Night non deve portare però a sottovalutare l'album (ovviamente un concept) che presenta un paio di episodi da dimenticare ("Crap game", ricco di batteria elettronica, e "Stranger", in cui il prete inventa delle parti vocali al limite del ridicolo) ma che per il resto, con dei pezzi che superano tutti i 10', è ad elevati livelli. L'iniziale "Prey" ci mette già al tappeto con i suoi fuochi d'artificio. Possiamo gioire nell'ascoltare un pezzo prog di questi livelli, come possiamo commuoverci nell'ascoltare l'intensa "Drunk", in cui a più riprese aleggia lo spettro dei Twelfth Night: davvero quest'album era concepito per loro, e a questo punto solo la voce di Geoff, tornata ai livelli emotivi di 10 anni fa, è lì a ricordarcelo! "Crying into baize" è un pezzo un po' introverso, intimistico e triste per oltre metà della durata, per poi continuare e finire in modo piuttosto strano. Saltata la già nominata "Stranger", arriviamo alla finale "Beyond the door", molto floydiana e comunque degna conclusione di un album di cui non rimpiangiamo certo l'esistenza: se ci sono opere che inflazionano proditoriamente il mercato del prog, Casino non è certo tra queste. Sarà un problema vedere dal vivo questa band improvvisata, ma intanto non abbiate eccessive remore nell'accostarvi a questo CD.

 

Alberto Nucci

Collegamenti ad altre recensioni

ARENA Songs from the lions cage 1995 
ARENA Pride 1996 
ARENA The cry 1997 
ARENA Welcome to the stage 1997 
ARENA The visitor 1998 
ARENA Immortal? 2000 
ARENA Breakfast in Biarritz 2001 
ARENA Contagion 2003 
ARENA Pepper's ghost 2005 
ARENA Smoke & mirrors (DVD) 2006 
ARENA Rapture (DVD) 2013 
ARENA XX (DVD) 2016 
CAAMORA Walk on water (EP) 2007 
CAAMORA Journey's end… an acoustic anthology 2008 
CAAMORA She (DVD) 2008 
CAAMORA She 2008 
CLIVE NOLAN Alchemy live (DVD) 2013 
CLIVE NOLAN Alchemy: Acts I - II 2013 
CLIVE NOLAN & OLIVER WAKEMAN The hound of the Baskervilles 2002 
NEO (UK) Broadcast (DVD) 2007 
NICK BARRETT & CLIVE NOLAN A rush of adrenaline (DVD) 2005 
PENDRAGON The World 1991 
PENDRAGON The window of life 1993 
PENDRAGON Fallen dreams and angels (EP) 1994 
PENDRAGON Utrecht... the final frontier 1995 
PENDRAGON The masquerade overture 1996 
PENDRAGON Live in Krakow 1996 1997 
PENDRAGON Not of this world 2001 
PENDRAGON Acoustically challenged 2002 
PENDRAGON Believe 2005 
PENDRAGON And now everybody to the stage (DVD) 2006 
PENDRAGON Past and presence (DVD) 2007 
PENDRAGON Pure 2008 
PENDRAGON Concerto Maximo (DVD) 2009 
PENDRAGON Passion 2011 
PENDRAGON Out of order comes chaos (DVD) 2012 
PENDRAGON Masquerade 20 (DVD) 2017 
SHADOWLAND Ring of roses 1992 
SHADOWLAND Through the looking glass 1994 
SHADOWLAND Dreams of the ferryman (EP) 1994 
SHADOWLAND Mad as a hatter 1996 
SHADOWLAND Edge of night (DVD) 2009 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 1: the prophecy 1990 (Metal Mind 2012) 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 2: the labyrinth 1993 (Metal Mind 2012) 
STRANGERS ON A TRAIN The key part 2: the labyrinth 1993 (Verglas 1999) 
TWELFTH NIGHT Smiling at grief 1981 
TWELFTH NIGHT Fact and fiction 1982 (Cyclops 2002) 
TWELFTH NIGHT Collectors item 1991 
VV.AA. Mannerisms (a celebration of the music of Geoff Mann) 1994 (Verglas 2000) 

Italian
English