Home
 
CERVELLO Melos Ricordi 1973 (Contempo 1991) ITA

Il primo ed unico disco dei Cervello, guidati dal chitarrista Corrado Rustici (poi negli Osanna ed in seguito leader dei Nova), Ŕ un particolarissimo concept, con rimembranze della cultura greca ed una musica che, per quanto non lussureggiante e quasi scabra negli arrangiamenti, sa essere efficacemente rappresentativa. L'ambientazione musicale di "Canto del capro" dalla sua iniziale rarefazione evocativa sembra condurci passo passo nel cuore di misteri eleusini. Qua e lÓ affiorano cerchi flautati e delicati ricami di chitarre. In "Trittico" colpisce invece la suggestivitÓ della pacata narrazione acustica iniziale e l'incursione elettrica a metÓ brano, mentre l'atmosfera di melodiosa purezza creata dal canto di Gianluigi di Franco in "Euterpe" Ŕ presto attratta in un vortice d'intensitÓ. Immagini di un teso tramonto e di una tumultuosa alba sembrano susseguirsi nel paesaggio musicale di "Scinsione". Il profondo e poetico senso di dispersione cosmica prefigurato in "Galassia" ne fa il brano pi¨ bello di un disco tutto da capire e da ascoltare con la giusta attenzione per essere apprezzato.

 

Giordano Selini

Italian
English