Home
 
CHANGES The growing number Kingring 1994 SVI

Ritornano i CHANGES, con i Deyss, veterani della scena new prog svizzera, quasi a voler dimostrare di essere comunque superiori ai tanti (se non troppi) gruppetti di neo-progressive anni '90. Dobbiamo dire che i tre riescono nell'intento, realizzando un CD che, pur essendo lontano dal miracoloso, Ŕ comunque di una spanna superiore alle attuali produzioni dello stesso genere. Il lavoro in questione Ŕ un concept ispirato a tematiche fantascientifiche. anche se della cosmicitÓ presente nei testi ben poca se ne ritrova nei brani di "The growing number", preferendo il gruppo orientarsi su un rock a metÓ strada fra l'AOR pomp dei primi Asia (impressionante la somiglianza vocale) e qualche, talora anche consistente, spruzzata di hard tecnologico alla Rush. E' il caso, dopo l'interlocutorio opener "Arise of sandman". di un pezzo come "Life is motion", mix di prog sinfonico e sonoritÓ radiofoniche, sull'onda lunga del successo della band di Geoff Downes. In altri momenti del CD, come "A chance to win", "The hero comes" o la conclusiva "Light and shadows", vengono in mente i Clepsydra, altra bella realtÓ della scena svizzera. Buoni i brani pi¨ ambiziosi, le due mini-opere "Where is the sanctuary?" e "Human nature", ispirate e coinvolgenti. Il lavoro Ŕ ben suonato e ottimamente inciso e, nonostante il gruppo non abbia un'eccezionale personalitÓ, interesserÓ sicuramente gli amanti del new prog. Ho detto tutto.

 

Davide Arecco

Italian
English