Home
 
WARREN DALE The burden of duplicity NXU Music 2004 USA

Da un musicista che gravita attorno all'orbita French TV già da un po' di anni non ci si poteva aspettare certo un album ordinario. E "The burden of duplicity" offre uno spaccato decisamente curioso del progressive più sperimentale. Il polistrumentista Warren Dale, infatti, attraverso sette composizioni e l'aiuto di collaboratori che evidentemente viaggiano sulla sua stessa lunghezza d'onda, si inerpica in un viaggio musicale di oltre un'ora molto curioso e ricco di contaminazioni stilistiche e sonore, al punto che la pietra di paragone migliore può essere rappresentata da certe ricerche del primo Zappa. Già la traccia di apertura "Siyanoq" è indicativa: ritmi percussivi strambi ed esotici, clarinetto che passa con naturalezza da uno stile classico ad uno vicino alla world music e suoni elettronici che donano un tocco di modernità. "Here today" è un brano che si districa tra melodia ed avanguardia, guidato esclusivamente dal flauto e dal cinguettio di uccelli, mentre sono "The ugly forge by which men are tempered", "Holoventures of M1-L0" e "Broken home" ad accentuare la vena sperimentale di Dale con dissonanze, ambient-music, rumori vari e i timbri più disparati generati dal sintetizzatore. "Tears of a velvet clown" rappresenta al meglio l'intero album: aperto da un'atmosfera ariosa, si sviluppa attraverso un alternanza intelligente tra note circensi con fiati in evidenza, R.I.O. alla French TV, orchestrazioni jazz-oriented e musica da camera che vede protagonisti archi, basso e percussioni. Infine, c'è "What's in a name", che pure non scherza quanto a follia in undici minuti di incastri sonori stravaganti e dalla strumentazione ampia e variegata. Vista la particolarità della proposta un acquisto a scatola chiusa non è proprio indicatissimo, ma proprio l'unicità del cd rappresenta un tratto pregevole che ci può aiutare a scoprire e capire maggiormente un musicista dotato di non poca inventiva.

 

Peppe Di Spirito

Collegamenti ad altre recensioni

FRENCH TV 7 - The case against art 2001 
FRENCH TV Pardon our french! 2004 
FRENCH TV This is what we do 2006 

Italian
English