Home
 
DUNWICH Il chiarore sorge due volte Pick Up 1995 ITA

Tornano ad incidere i DUNWICH, trio capitolino formato da Katya Sanna (voci), Alessandro Vitanza (percussioni) e Claudio Nigris (tastiere) presentatosi sulle scene un paio di anni fa con "Sul monte Ŕ il tuono". Il tempo non ha portato grossi cambiamenti allo stile del gruppo, che ha comunque conosciuto una indiscutibile maturazione garantita soprattutto dall'ampliamento della gamma degli strumenti utilizzati, assicurati per larga parte da un vasto stuolo di collaboratori. Ricompaiono quindi la passione per i miti e le leggende pagane, che influenza la componente testuale, e quella per la ricerca melodica e musicale, mirante alla ricreazione di sonoritÓ e partiture legate con nodo doppio ai fili della tradizione. Strumenti come la ghironda, la ribeca, l'arpa, il salterio, descrivono giÓ con i loro nomi le atmosfere che sono chiamati a ricamare assieme alle tastiere di Claudio Nigris, atmosfere dal sapore antico e dagli aromi ancestrali, talvolta cristalline talaltra sinfoniche, solo a tratti interrotte ma al tempo stesso valorizzate dagli interventi elettrici della chitarra. Fondamentale Ŕ poi il contributo fornito dalla voce di Katya Sanna, la cui profonditÓ melodica non pu˛ non richiamare gli insegnamenti dei DEAD CAN DANCE del duo Gerrard- Perry, con i quali i DUNWICH spartiscono anche certa predilezione per i temi medioevali. Un disco certamente particolare, francamente una proposta atipica per un'etichetta come la Pick Up ma non per questo meno interessante; anzi per uno come me poco avvezzo alle ruvide sonoritÓ del metal-prog, questa pu˛ essere la migliore produzione della giovane label di Bassano.

 

Riccardo Maranghi

Collegamenti ad altre recensioni

DUNWICH Sul monte Ŕ il tuono 1994 
DUNWICH Heilagmanoth 2007 

Italian
English