Home
 
DORACOR Antiche impressioni Mellow 1999 ITA

Il nostro tastierista, non c' che dire, sta dimostrando sempre pi di saperci fare: nonostante le uscite discografiche siano cos ravvicinate (questo il suo terzo album ed in uscita a un anno di distanza dal primo), lo troviamo in continua evoluzione e senza scadimento d'ispirazione. Avvalendosi inoltre di ospiti di qualit (soprattutto Dea, eterea voce soprano, prestata per l'occasione dai Pharsalia). "Antiche impressioni" una dichiarazione d'amore ed un omaggio alla terra d'origine di Doracor, un paese famoso in tutto il mondo per i buongustai: Amatrice. Tra i solchi di quest'opera (una sorta di suite divisa in tre parti, e successive suddivisioni) possiamo trovare tracce dei Genesis del 2 periodo (75/77), qualche accenno alle Orme, ma indubbia l'ammirazione per un certo prog a stelle e strisce (North Star, Zazen e Starcastle). Le cose migliori le troviamo nella III parte: un'apertura cortigiana ci conduce ad una bella evoluzione di suoni dove la batteria elettronica sembra umana; Massimo Farina (buona la prova vocale) graffia con la sua sei corde, mentre Dea lancia dal regno di Asgard vocalizzi da brivido. Musicalmente siamo vicini a "Bilbo" di Pr Lindh. La sottotraccia "Nuova stagione", grazie al supporto di Marco Fedele, sembra strappata dalle pagine soliste di Ant Phillips, ma con "L'ultimo volo di rondine" torniamo a solcare le terre di Bill Clinton.

 

Max Pieretti

Collegamenti ad altre recensioni

DORACOR Segni premonitori 1998 
DORACOR The long pathway 1998 
DORACOR Transizione 2001 
DORACOR Evanescenze 2005 
DORACOR Onirika 2007 
DORACOR Lady Roma 2008 
DORACOR La vita che cade 2011 
DORACOR Passioni postmoderne di un musicista errante 2016 

Italian
English