Home
 
EVIL WINGS Brightleaf Underground Symphony 1996 ITA

Secondo album per i Dream Theater italiani... anche se questo appellativo non ha in effetti rispondenza in un'eventuale clonazione da parte del gruppo lecchese. In efletti occorre dire che proprio con quest'album gli Evil Wings tentano di staccarsi da troppo facili similitudini provando ad acquistare un suono e una personalità più originale. Tentativo quasi del tutto riuscito (dico quasi perché ovviamente è inevitabile ripercorrere strade già battute), ma a scapito secondo me della godibilità della musica, che perde freschezza, risultando anche a tratti troppo creativa. Sembra strana quest'ultima affermazione, ma in alcuni passaggi il gruppo sembra cercare la soluzione a effetto, anche strampalata, pur di stupire, o comunque di cercare (forzatamente) di rendere più personale la propria proposta, dimenticando la melodia che era presente nell'album eponimo. Si veda ad esempio l'unico brano che sfora i 10 minuti "Tale from nowhere": è difficile dirlo a parole, ma al termine dell'ascolto non sembra di aver ascoltato qualcosa, essendo questi 11 minuti scivolati via momento dopo momento senza aver lasciato molto dietro di sé. Occorre comunque dire che la tecnica strumentale (e l'esperienza di studio) pare aumentata rispetto all'album del debutto e che anche le note negative sopra elencate sono davvero minime e non inficiano veramente su un risultato che chiunque conosca già questo gruppo, o che apprezzi ad ogni modo il metal Prog, non potrà non apprezzare.

 

Alberto Nucci

Collegamenti ad altre recensioni

EVIL WINGS Evil wings 1994 
EVIL WINGS Colors of the new world 1999 

Italian
English