Home
 
SIMON SAYS Ceinwen Bishop Garden 1995 SVE

Per i SIMON SAYS si legge nella bio della devozione del gruppo a Gentle Giant e primi Genesis... sicuramente il gusto del gruppo si Ŕ formato avendo ben presenti questi maestri, ma la personale elaborazione che fanno di tale background, da un lato scontenterÓ coloro che aspettavano un fantomatico (quanto stuzzicante) incontro di questi due universi mentre dall'altro sarÓ gradito a coloro che diffidano dalle imitazioni. Sono capitanati da Stefan Renstr÷m che Ŕ il bassista dei Moor, ma con questi nulla hanno musicalmente a che spartire: lineare ed armoniosa, la loro musica propone suoni ben pi¨ rassicuranti. Mai aggressivi, neppure nei momenti di maggiore intensitÓ, alternano sprazzi trascinanti a frangenti dove le melodie, sempre gentili, diventano quasi cullanti... Ŕ per˛ purtroppo da evidenziare come la loro opera prima non sia esente da cali di spessore, specie nei frangenti in cui atmosfere troppo eteree fanno perdere di coesione lo svolgimento dei brani. Una musica fresca ma sicuramente consistente; una eccellente alternativa ai nuovi gruppi inglesi per coloro che non gradiscono sonoritÓ ricoperte dalla polvere del tempo o strutture troppo elaborate.

 

Luca Rodella

Collegamenti ad altre recensioni

SIMON SAYS Paradise square 2002 
SIMON SAYS Tardigrade 2008 

Italian
English