Home
 
SARCOFAGUS Cycle of life & Envoy of death JP Musikki 1979/1980 (Mellotron 1995) FIN

Oggigiorno si direbbe che questi dischi non hanno niente a che fare col Progressive, ma se si pensa all'anno d'incisione ed al fatto che i SARCOFAGUS sono un gruppo mito per il rock finlandese, allora si possono trovare anche motivi d'interesse per queste due produzioni (le prime) della label milanese Mellotron Records. Il gruppo ruotava attorno alla figura di uno dei guru per il rock underground di quel paese, ovvero il guitar-hero Kimmo Kuusniemi. "Cycle of life" ci introduce allo stile della band, fortemente influenzata dai Black Sabbath, sia dal punto di vista della filosofia musicale che dal contorno iconografico. Nulla di veramente interessante per il Prog-fan odierno (pochi e timidi gli interventi delle tastiere, brani veloci e diretti senza troppi cambi di tempo), molto da ascoltare invece per chi predilige atmosfere hard-rock tipicamente in stile 70s. "Envoy of death" cambia, seppur non di molto, i propri obiettivi, inserendo atmosfere pi¨ sinfoniche ed oscure in un contesto giÓ sperimentato sul primo album. I brani si fanno un po' pi¨ elaborati, anche con momenti rarefatti e riflessivi qua e lÓ: dopo tutto, si tratta di un concept album. Una coppia di CD da prendere con le molle.

 

Alberto Nucci

Italian
English