Home
 
WITCHUNTERS ...and it's storming outside Underground Symphony 1994 ITA

Chiedo anticipatamente scusa - per questa mia incursione in territorio metallico - a quei due o tre lettori con il paraocchi che giÓ ebbero modo di contestare qualche tempo addietro l'inserimento nelle pagine di Arlequins di una retrospettiva sui maestri URIAH HEEP Ci˛ premesso andiamo ad analizzare l'opera prima dei modenesi WITCHUNTERS (attivi sin dal 1982!), un disco - edito dall'etichetta Underground Symphony, specializzata in produzioni heavy-progressive - che non fatico a definire bello, fresco e coinvolgente al massimo grado, sorta di doveroso, competente omaggio al periodo aureo dell'heavy rock anglosassone anni Ottanta, quella New Wave of British Heavy Metal che celebr˛ i fasti di IRON MAIDEN, SAXON, DEF LEPPARD e di moltissimi altri gruppi "minori" che per mancanza di spazio non Ŕ possibile citare in questa sede. Otto le composi/ioni originali presenti nel CD in questione, con l'aggiunta della cover del classico dei DEEP PURPLE "Strange kind of woman", fra le quali spiccano per la loro intensitÓ il lento "In a borrowed time" (a mio personalissimo avviso un piccolo classico all'interno del panorama heavy nazionale) e la pi¨ sostenuta "In the line of fire", dall'avvincente refrain vocale. Se dunque per voi - cosi come per il sottoscritto - non rappresenta un problema il conciliare l'ascolto di DIAMOND READ, TYGERS OF PAN TANG e FIST con quello di EL&P, BANCO e ─NGLAG┼RD, ebbene questo CD pu˛ rappresentare un piacevolissimo diversivo. Disponibile anche in formato gatefold cover per collezionisti.

 

Massimo Costa

Italian
English