Home
 
STEVE HACKETT / DJABE The journey continues Esoteric Antenna 2021 UK/UNG

Quarto capitolo della collaborazione tra i Djabe e Steve Hackett legato al tema del viaggio e all’esperienza iniziata qualche anno fa in Sardegna e che stiamo costantemente seguendo. Si tratta di un live registrato in Ungheria il 3 agosto 2019 ed è il secondo di questa serie dopo “The Budapest live tapes” uscito nel 2018. Rispetto a quest’ultimo ci sono vari cambiamenti nella scaletta, come amano fare i musicisti coinvolti. In circa un’ora e quaranta si pesca dal repertorio dei Djabe, da quello comune, da quello solista di Hackett e non potevano mancare esecuzioni di composizioni dei Genesis. I cinque Djabe più il celebre chitarrista mostrano per l’ennesima volta di trovarsi a meraviglia. Alla base, come sempre, c’è quell’indirizzo legato alla world music tipico dei dischi della band ungherese, che subisce tante contaminazioni, indirizzandosi di volta in volta verso il prog, il jazz-rock, la fusion, il rock, l’improvvisazione. Nei brani suonati c’è sempre spazio per ottimi spunti solistici, così, in quadro timbrico che unisce strumenti acustici ed elettrici, è facile vedere al centro del proscenio pianoforte, tastiere, tromba, chitarre, con Hackett che regala al solito meraviglie quando prende in mano la situazione col suo inconfondibile stile. Dai suoi dischi viene recuperata “Last train to Instanbul”, ispirata a quanto pare proprio dall’amicizia con i Djabe. Dei Genesis, invece, vengono proposte “Hariless heart”. “Firth of Fifth” (solo la parte strumentale) e “Los endos”, in interpretazioni convincenti, nonostante il distacco, più che altro a livello di strumenti, rispetto agli originali. Ma, non ci stancheremo mai di rimarcarlo, anche il repertorio dei Djabe merita piena attenzione, perché la qualità è davvero alta. Alcuni brani si snodano attraverso agili melodie, altri sono più ritmati e tirati, in tutti c’è spazio, come accennato, per l’estro e la libertà dei musicisti, tra cambi di tempo e di atmosfera, come succede spesso nel prog. Oltre al supporto audio, un DVD ci permette di gustarci il concerto anche in video, più interessanti bonus. Inutile dilungarsi troppo. Se avete già familiarità con i prodotti dell’accoppiata Djabe – Hackett e sono di vostro gradimento, questo è un altro album che vale la pena di acquistare. Se, invece, non avete ancora avuto modo di avvicinarvi alla musica di questi artisti, “The journey continues” può rappresentare uno dei tanti ottimi punti di partenza.



Bookmark and Share

 

Peppe Di Spirito

Collegamenti ad altre recensioni

DJABE Unplugged at the New Orleans 2003 
DJABE Tancolnak a kazlak 2003 
DJABE (with Steve Hackett) Sipi emlékkoncert 2009 
DJABE (Special guest Steve Hackett) In the footsteps of Attila and Genghis 2011 
DJABE Forward 2014 
STEVE HACKETT The Tokyo tapes 1997 
STEVE HACKETT Darktown 1999 
STEVE HACKETT Feedback 86 2000 
STEVE HACKETT Live Archive 70-80-90 2001 
STEVE HACKETT Somewhere in South America... Live in Buenos Aires 2002 
STEVE HACKETT Live Archive 70-80-90 2002 
STEVE HACKETT Live archive: NEARFEST 2003  
STEVE HACKETT To watch the storms 2003 
STEVE HACKETT Live archive 03 / Live archive 04 2004 
STEVE HACKETT (& Underworld Orchestra) Metamorpheus 2005 
STEVE HACKETT Wild orchids 2006 
STEVE HACKETT Tribute 2008 
STEVE HACKETT Out of the tunnel’s mouth 2009 
STEVE HACKETT Beyond the shrouded horizon 2011 
STEVE HACKETT Genesis revisited II 2012 
STEVE HACKETT Genesis Revisited: Live at Hammersmith 2013 
STEVE HACKETT Wolflight 2015 
STEVE HACKETT The night siren 2017 
STEVE HACKETT At the edge of light 2019 
STEVE HACKETT / DJABE Summer storms & rocking rivers (CD+DVD) 2017 
STEVE HACKETT / DJABE Life is a journey - The Sardinia tapes 2017 
STEVE HACKETT / DJABE Life is a journey - The Budapest live tapes 2018 
STEVE HACKETT / DJABE Back to Sardinia 2019 

Italian
English