Home
 
CARPTREE Superhero Fosfor Creation 2003 SVE

Il secondo album del duo svedese (composto da Niclas Flinck alla voce e Carl Westholm alle tastiere) ed accompagnato dalla No Future Orchestra (un pool di 7 musicisti che suonano strumenti elettrici) è un concept di matrice spirituale. Nonostante si tratti di un concept, bisogna dire che il gruppo non è caduto nel banale errore di sbilanciare l’equilibrio delle canzoni a favore delle parti cantate, che comunque rappresentano l’elemento più prezioso dell’album (consiglio la lettura delle liriche che sono riportate nel loro sito ufficiale). L’orchestra è inoltre tutt’altro che invadente e offre un ottimo servizio di supporto a favore della resa emotiva delle canzoni. L’album è dotato di una sorprendente uniformità stilistica ed un sound forse un po’ fuori del comune per una band svedese. Lo stile proposto è un Prog sinfonico estremamente melodico e solare che si ispira ai Genesis più romantici, commerciali e digeribili (quest’ultimo aspetto dipende ovviamente da quello che siete abituati a mangiare!). Vi sono tastiere melliflue e linee di pianoforte strappalacrime, cori maestosi e cantabili, ma anche piccoli campionamenti. Il plauso maggiore va, come accennato, alla performance vocale di Niclas Flinck che presenta una modulazione vocale ed un istrionismo che la rendono simile a quella di Peter Gabriel. Non c’è dubbio che si tratti di un’opera curata nella realizzazione, il suo limite è comunque rappresentato da un’eccessiva piattezza ed uniformità, senza eccessive variazioni sul tema, e dal sound che appare forse un po’ troppo sintetico ed artificiale. Per il resto la gradevolezza e l’orecchiabilità dell’album sono indiscusse.

 

Jessica Attene

Collegamenti ad altre recensioni

CARPTREE Man made machine 2005 
CARPTREE Insekt 2007 
CARPTREE Emerger 2017 
JUPITER SOCIETY First contact // Last warning 2008 

Italian
English