Home
 
FOCUS The Focus family album In and Out of Focus Records 2017 NL

Già da parecchi anni si è diffusa la tendenza di pubblicare degli album antologici denominati “Family album” o “Friends and relatives”, nei quali vengono raccolti una serie di brani non solo appartenenti al gruppo omaggiato, ma anche alla carriera solista dei musicisti che ne fanno parte. Questo doppio cd rientra pienamente in tale filone e contiene venti tracce, alternando pezzi dei Focus ad altri legati ai membri attuali della band olandese. La cosa più importante di questa uscita è che per la maggior parte contiene una serie di inediti che finora non avevano visto la pubblicazione. Non vi dovete aspettare, quindi, i classicissimi “Hocus pocus” e “Sylvia”; qui siamo di fronte alla carriera più recente dei Focus, incentrata sui dischi “9” e “Focus X”, dai quali provengono alcuni estratti, così come degli inediti provenienti da session di registrazione di questi album ed un remix. Non mancano poi alcune composizioni che fungono da apripista per il prossimo “Focus 11”. Come dimostrano queste scelte, il celebre gruppo è riuscito a sfornare cose validissime anche negli ultimi anni, mantenendo solido e piacevole quel mix di romanticismo ed energia che da sempre lo caratterizza e prospettive molto interessanti si possono intravedere anche per il futuro.
Le sorprese maggiori possono però venire dall’ascolto dei solisti. Se sappiamo perfettamente cosa aspettarci dal flauto di Thijs Van Leer, legato alla musica classica e in grado di far sognare con le sue melodie raffinate, è un piacere scoprire meglio l’abilità del chitarrista Menno Gootjes, che regala veri e propri gioielli acustici. Discorso simile va fatto per il bassista Udo Pannekeet, immortalato in due pezzi costruiti egregiamente con il suo strumento. Per quanto riguarda Pierre van der Linden, la sua presenza è legata a due tasselli scelti dall’album “Drum poetry”, inizialmente realizzato solo per degli amici e in cui mostra la sua bravura dietro le pelli. Meritevoli anche i momenti dedicati agli Swung, progetto parallelo in cui i musicisti amano improvvisare e lasciarsi andare in piena libertà. Il tutto è presentato in una bella confezione digipack apribile in quattro parti e con la copertina disegnata da Roger Dean, ulteriore valore aggiunto al prodotto. E’ quindi una compilation ben diversa dalle solite e che va considerata una curiosità del mondo Focus, anche interessante tenendo conto degli inediti presenti e della qualità media, abbastanza alta, della musica contenuta. Resta però probabilmente un prodotto destinato principalmente ai fan del gruppo.



Bookmark and Share

 

Peppe Di Spirito

Collegamenti ad altre recensioni

FOCUS 8 2002 
FOCUS 9 / New skin 2006 
FOCUS X 2012 
FOCUS Golden oldies 2014 
FOCUS (AND FRIENDS) Focus 8.5 / Beyond the horizon 2016 
SWUNG Vol. 1 & 2 2014 

Italian
English