Home
 
KANSAS Somewhere to elsewhere Magna Carta 2000 USA

Il ritorno di Steinhardt giÓ dal disco precedente e il rientro tanto auspicato di Livgren per questo STE hanno dato una spinta non indifferente. Ancora una volta questo cd, pur legandosi alla tradizione seventies del prog americano, aggiunge qualcosa di nuovo, un tocco che mancava da anni nei pezzi della band. Livgren sicuramente ha dato un contributo notevole alla composizione delle 10 tracce, tuttavia gli arrangiamenti sono tremendamente Kansas; basta ascoltare "Icarus II" per rendersene conto. L'autocelebrazione regna sovrana in ogni singolo pezzo, ma per ricordare i tempi di "Leftoverture" fate scorrere i numerini sul vostro lettore cd fino a raggiungere gli 8 minuti e rotti di "Distant vision": se avete amato i Kansas, il vostro cuore esploderÓ di gioia.

 

Marco Del Corno

Collegamenti ad altre recensioni

KANSAS Freaks of nature 1995 
KANSAS Always never the same 1998 
KANSAS Somewhere to elsewhere 2000 
KANSAS Device-voice-drum 2003 
PROTO-KAW Early recordings from Kansas 1971-1973 2002 
PROTO-KAW Before became after 2004 
PROTO-KAW The wait of glory 2006 
STEVE WALSH Shadowman 2005 

Italian
English