Home
 
ZENIT Pravritti CCD 2001 SVI

Altra scheggia originatasi dal pianeta Clepsydra, gli Zenit paiono, almeno a giudicare da questo disco, possedere due anime. La prima ci interessa relativamente poco, anche se quella che predomina, e vede come caratteristiche il cantato in italiano e delle atmosfere piuttosto easy con ritmiche addirittura funky. La seconda un attimo pi impegnativa e le canzoni sono cantate in inglese o strumentali. Ad ogni nodo, anche nel migliore dei casi, non si va al di l di un Prog non troppo complesso con parti di tastiere abbastanza elementari. Sfugge un po' a entrambe le categorie un brano cantato interamente da una bambina (la figlia del tastierista, presumo), tutto sommato deliziosa. In definitiva l'album non mi ha certo impressionato, probabilmente pi adatto a uno happening dal vivo che ad essere oggetto di ricerca da parte di appassionati di rock Progressive.

 

Alberto Nucci

Collegamenti ad altre recensioni

CLEPSYDRA Hologram 1992 
CLEPSYDRA More grains of sand 1994 
CLEPSYDRA Fears 1997 
ZENIT Surrender 2006 
ZENIT The Chandrasekhar limit 2013 

Italian
English