Home
 
CANTURBE El vuelo de los olvidados ? 1980 (Viajero Inmovil 2003) ARG

Questo tristissimo album fu censurato dall’etichetta della band per i testi delle canzoni che parlavano delle persone scomparse a causa del regime militare allora al potere. Una prima ristampa fu realizzata nel 1982, subito a ridosso della guerra delle isole Falklands, quando il regime dittatoriale decretò che la musica cantata in inglese non poteva essere trasmessa dalle radio locali. Con questi presupposti l’album non può che suscitare desolazione e abbattimento, rievocando memorie orrende e lontane. Le basi sono quelle tradizionali del prog folk argentino, basate sul calore della chitarra acustica, sempre evidente, che fa da tappeto alla voce narrante di Jorge Garachotche (autore della quasi totalità dei testi), che intona melodie intimistiche e malinconiche. Particolarmente affascinanti le tenui note di colore fornite dai delicatissimi intarsi sinfonici, realizzati anche grazie a timidi e rari sintetizzatori, che comunque rappresentano episodi assai limitati. Il sapore dell’album è tipicamente argentino, soprattutto nel modo di cantare. Alcune tracce sono notevoli per la bellezza della progressione armonica, altre sono delle semplicissime canzoni per voce e chitarra acustica, con pochissimi ingredienti aggiuntivi, che non hanno nulla di veramente particolare. Un album semplice e delicato, carino se non vi lasciate prendere troppo dalla depressione che può suscitare.

 

Jessica Attene

Collegamenti ad altre recensioni

CANTURBE Sociedad secreta de melancólicos 2008 

Italian
English