Home
 
KARMAKANIC Wheel of life Regain 2004 SVE

Quello che avrebbe dovuto essere il progetto solista di Jonas Reingold vede l'uscita del suo secondo capitolo, dopo il buon esordio di "Entering the spectra" del 2002. I maligni potrebbero affermare che i Karmakanic non sono altro che l'ennesima (ormai) operazione di clonazione di un Prog ruffiano, con un orientamento commerciale e suoni molto americani che si alterna, e spesso va a braccetto, con momenti di maggior ispirazione... qui nella sua versione pi¨ hard (ma senza esagerare). Un po' di nomi da affiancare? Facile: Spock's Beard in testa, Transatlantic in secondo ordine. Beh... questi maligni avrebbero non poche ragioni per affermare ci˛. C'Ŕ da dire che, quanto meno, il primo album conservava una certa percentuale di originalitÓ e denotava un buona sapienza compositiva ed idee quanto meno divertenti, mentre questo secondo si trascina avanti abbastanza stancamente, senza grossi momenti da ricordare, a dispetto anche di alcuni divertissement che vorrebbero esaltare i fans del techno-Prog ("Do U tango" Ŕ un brano incredibile in tal senso: uno dei brani pi¨ particolari che abbia mai sentito ultimamente ma che, al di lÓ di un ottimo basso, non lascia traccia). Il tutto viene soffocato da una voglia di strafare e di colpire l'ascoltatore che potrebbe essere ammirevole, se l'ascoltatore stesso non sentisse la necessitÓ di scappare dopo pochi minuti. I musicisti coinvolti in questo progetto sono di prim'ordine: essi provengono dall'area Flower Kings (come lo stesso Reingold o Zoltan Csorsz, ma c'Ŕ anche la partecipazione di Roine Stolt) o comunque sono professionisti affermati. La loro tecnica non Ŕ in discussione e a tratti viene dato libero sfogo a momenti di autocompiacimento strumentale che rimangono gli unici minuti di autentica soddisfazione, inframmezzati per˛ da minuti e minuti di inutilitÓ. In conclusione: se avete scoperto il Prog solo da qualche mese potete apprezzare quest'album nella sua interezza, altrimenti penso di poter affermare che si tratta di un'opera abbastanza fine a se stessa.

 

Alberto Nucci

Collegamenti ad altre recensioni

FLOWER KINGS Back in the World of Adventures 1995 
FLOWER KINGS Retropolis 1996 
FLOWER KINGS Stardust we are 1997 
FLOWER KINGS Flower power 1998 
FLOWER KINGS Scanning the greenhouse 1998 (Musea 2001) 
FLOWER KINGS Alive on Planet Earth 2000 
FLOWER KINGS Space revolver 2000 
FLOWER KINGS The rainmaker 2001 
FLOWER KINGS Unfold the future 2002 
FLOWER KINGS @Live recording 2003 - meet the Flower Kings 2003 
FLOWER KINGS Adam & Eve 2004 
FLOWER KINGS Paradox hotel 2006 
FLOWER KINGS The sum of no evil 2007 
FLOWER KINGS Banks of Eden 2012 
FLOWER KINGS Desolation rose 2013 
KARMAKANIC Entering the spectra 2002 
ROINE STOLT The flower king 1994 
ROINE STOLT Hydrophonia 1998 
ROINE STOLT Wall Street voodoo 2005 
TOMAS BODIN An ordinary night in my ordinary life 1997 
TOMAS BODIN Pinup guru 2002 
TOMAS BODIN I A M 2005 

Italian
English