Home
 
CAST Infinity autoproduz. 2002 MEX

Da quando, nel 1994, i Cast esordirono con "Landing in a serious mind", la band messicana è riuscita a realizzare non meno di un album all'anno, divenendo così una delle più prolifiche della storia recente del progressive. Questa produttività continua dipende anche dal fatto che i Cast erano attivi già alla fine degli anni '70 e, col passare del tempo, hanno composto una quantità di materiale enorme, che non hanno mai esitato, pian piano, a pubblicare. Il lavoro del 2002, dal titolo "Infinity", è un altro di quei cd che incorpora brani registrati nel corso di varie sessions, ma rimasti inediti finora. Si avverte, perciò, una certa disomogeneità nelle composizioni, eppure resta innegabile una qualità ben più che sufficiente nell'ormai consolidato rock sinfonico che propongono i messicani. Soprattutto le tracce di lunghezza maggiore dimostrano come Vidales e compagni si trovino a loro agio con le durate più estese ed è sempre abbastanza piacevole ascoltare le evoluzioni tastieristiche del leader. Non si può inquadrare "Infinity" come album da non lasciarsi sfuggire, né di una delle migliori prove della band; ma probabilmente i molti amanti del prog più sinfonico che considerano i Cast una sicurezza non rimarranno delusi da questo lavoro.

 

Peppe Di Spirito

Collegamenti ad altre recensioni

CAST Landing in a serious mind 1994 
CAST Sounds of imagination / Third call 1994 
CAST Endless signs 1995 
CAST Four aces 1995 
CAST Beyond reality 1996 
CAST A view of Cast 1997 
CAST Angels and demons 1997 
CAST Imaginary window 1999 
CAST A live experience 1999 
CAST Legacy 2000 
CAST Castalia 2001 
CAST Laguna de volcanes 2001 
CAST Al-Bandaluz 2003 
CAST Nimbus 2004 
CAST Mosaïque 2006 
CAST Com.union 2007 
CAST Originallis 2009 
CAST Vida 2015 
CAST Power and outcome 2017 
PONCHO VIDALES Entre dos paredes 1995 

Italian
English